Tagliacozzo
Gioiello della Marsica

Uno dei Borghi più Belli d’Italia si trova in Abruzzo nel cuore della storica regione della Marsica. E’ Tagliacozzo, un paese ricco di eleganti palazzi e chiese, circondato da verdi boschi e fresche sorgenti.

Il borgo di Tagliacozzo

Uno dei comuni più grandi della Marsica occidentale, inserito tra i Borghi più Belli d’Italia, è Tagliacozzo, in provincia dell’Aquila. Il borgo, sviluppatosi a 740 metri di altezza sul monte Civita, si caratterizza per un percorso naturalistico, il “Sentiero dei Muli” che partendo dal centro porta alla sorgente del fiume Imele.

Origini e Storia

Tagliacozzo deriva da Talius e Cotium cioè taglio nella roccia: è questa l’origine latina del toponimo che fa riferimento alla posizione del borgo sorto nella spaccatura del Monte Civita.

I primi ad occupare il territorio furono gli Equi seguiti dai Marsi. La fondazione vera e propria di Tagliacozzo risale al medioevo quando un primo centro abitato iniziò a svilupparsi intorno al castello, posto sulla cima del monte, scendendo verso la località Altolaterra. I primi a governare furono i Conti dei Marsi, (famiglia Berardi), poi dopo la conquista dei Normanni il feudo passa, nel 1173, ai De Pontibus, a cui rimane anche dopo la famosa battaglia di Tagliacozzo del 1268 che vide Carlo I d’Angiò sconfiggere Corradino di Svevia.

Dal 1294 fino alla metà del XV secolo il potere passò alla famiglia Orsini. Durante questo periodo Tagliacozzo crebbe economicamente, dal Regno di Napoli venne aggregato allo Stato Pontificio e da feudo divenne ducato.

Dal 1497 al 1806 a governare fu la dinastia dei Colonna. Nonostante la peste del 1656, la decadenza economica, il terremoto del 1915 e i bombardamenti, il paese ha saputo riprendersi acquisendo rilevanza culturale e artistica.

Tagliacozzo (AQ) | Cosa vedere nel borgo abruzzese

Cosa vedere a Tagliacozzo

Il centro storico e le Porte d’ingresso al borgo

Il borgo di Tagliacozzo è sovrastato dai resti del castello, una struttura militare (XI – XII secolo) a pianta quadrangolare con quattro torri. Era unito tramite una cinta muraria alle cinque porte da cui ancora oggi si passa per accedere al centro storico: Porta Corazza, Porta San Rocco, Porta Valeria, Porta Romana e Porta dei Marsi.

La Piazza dell’Obelisco

Cuore del borgo è la centrale la Piazza dell’Obelisco, una delle più belle della regione, circondata da edifici rinascimentali. Al centro c’è una fontana con obelisco dedicata al patrono S. Antonio da Padova, che, nel 1824, ha sostituito l’antico pilozzo in pietra, una sorta di gogna su cui i debitori insolventi si sedevano con i pantaloni calati.

Il Palazzo Ducale e il Teatro Talia

Il Palazzo Ducale, fondato dagli Orsini, risale alla prima metà del XIV secolo. L’esterno è in stile gotico-rinascimentale e nel loggiato e nella cappellina si possono ammirare preziosi affreschi.

Vicino si trova il Teatro Talia, ex convento benedettino convertito in teatro nel 1686. Ristrutturato nel 2002 ha tre ordini di palchi e può ospitare 200 persone.

Cosa vedere a Tagliacozzo: I Luoghi Sacri

La Chiesa dei Santi Cosma e Damiano e la Chiesa di San Francesco

La più importante ed antica è la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, risalente all’VIII secolo, con l’annesso Monastero delle monache benedettine. Al suo interno, tra le tante opere di pregio, è custodito il quadro del Volto Santo.

Vicino è possibile visitare il Convento e la Chiesa di San Francesco che fu costruita sulla precedente Chiesa di Santa Maria in Eloreto, subendo varie ristrutturazioni nel corso del tempo. All’interno sono conservate le reliquie del Beato Tommaso da Celano e nel chiostro è possibile ammirare affreschi seicenteschi che riproducono la via del santo.

La Chiesa della Misericordia e il Santuario di Maria SS. dell’Oriente

Nel centro storico si trovano anche la Chiesa della Misericordia o di San Giovanni Decollato, sorta come cappella privata degli Orsini ed oggi sede territoriale dei Cavalieri di Malta, e la Chiesa dell’Annunziata con un campanile a cinque piani.

Nella parte antica del borgo, conosciuta come Altolaterra, ci sono le storiche parrocchie di Sant’Egidio, San Nicola di Bari, San Pietro e Sant’Antonio Abate.

Fuori Porta Romana c’è la Chiesa di Santa Maria del Soccorso, la cui esistenza è documentata già nel 1115, mentre nella frazione Sfratati si trova il Santuario di Maria SS. dell’Oriente dove si venera l’icona bizantina della Madonna in trono con Bambino del 1200. Qui c’è anche un piccolo museo in cui sono esposti reperti archeologici, libri sacri e preziosi ex voto di origine mediorientale.

Quando visitare Tagliacozzo

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Tagliacozzo

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Abruzzo
Provincia: L’Aquila
Altitudine: 740 m s.l.m.
Nome abitanti: tagliacozzani
Patrono: Sant’Antonio da Padova (giorno festivo 13 Giugno)
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi in Abruzzo
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Abruzzo
Cucina tradizionale e prodotti tipici d’Abruzzo
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Abruzzo