I Borghi più belli dell’Emilia-Romagna

Visita i centri storici medievali più suggestivi deIla regione

L’Emilia-Romagna è una regione ricca di ambienti e paesaggi. Il suo territorio comprende sia territori pianeggianti (Pianura Padana) che montuosi (Appennino Tosco-Emiliano). Le aree montuose sono indubbiamente quelle più belle e spettacolari oltre ad avere una maggiore concentrazione di elementi naturalistici di rilievo.

L’Appennino Tosco-Emiliano, infatti, con le sue montagne a tratti severe e selvaggi, ampi boschi di faggio e laghi di montagna, veri e propri gioielli naturali, compongono paesaggi quasi alpini con atmosfere tutte gustare e da vivere. In questa cornice si pongono i magnifici borghi medievali, abbelliti da castelli, torri merlate, antiche cinta murarie, svettanti campanili. Tutti elementi che creano un quadro assai suggestivo e uno dei paesaggi collinari più belli d’Italia.

I Borghi dell’Emilia-Romagna

I borghi più belli dell’Emilia-Romagna, inseriti nella lista ufficiale sono 13. Bobbio, Brisighella, Castell’Arquato, Compiano, Dozza, Fiumalbo, Gualtieri, Montefiore Conca, Montegridolfo, San Giovanni in Marignano, San Leo, Verucchio e Vigoleno.
Borghi medievali dove sono ben conservate vestigia di un passato che sembra ancora essere vivo nel presente. In essi possiamo ammirare castelli, torri, chiese e palazzi storici di grande impatto architettonico ed estetico come la Rocca di San Leo oppure le torri e le cinta murarie di Montegridolfo e Vigoleno. Quest’ultimo è uno dei borghi medievali meglio conservati in Italia e la sua bellezza è maggiormente accentuata dal magnifico panorama che si gode dal paese.
Bobbio è una cittadina ricca di monumenti, chiese, palazzi e altri numerosi luoghi di interesse storico e culturale. Un centro strategico posto nel cuore della Val Trebbia al confine con Liguria, nota anche per la celebre Abbazia di San Colombano.

Oltre a quelli inseriti nel club dei Borghi più belli d’Italia, ce ne sono molti altri che meritano di essere visitati con cura. In provincia di Piacenza troviamo, ad esempio, il piccolo ma suggestivo borgo di Grazzano Visconti; in pianura sorge Cortemaggiore; vicino Castell’Arquato, adagiato sulle colline, vi è la frazione di Vigolo Marchese. In provincia di Parma segnaliamo Busseto, Fontanellato, Colorno, Torrechiara e Sant’Andrea Bagni.
Tra le colline emiliane una fitta rete di piccoli ma interessanti borghi medievali, desteranno l’interesse negli appassionati di storia, arte e architettura medievale e rinascimentale. I borghi dell’Emilia-Romagna, dunque, rappresentano una preziosa risorsa turistica per la regione e sono veri e propri scrigni di tesori tutti da ammirare.

Borghi più belli da visitare in Emilia-Romagna

I Borghi dell’Emilia-Romagna – Feste, Sagre e Fiere

Grande importanza rivestono tutti gli eventi tradizionali organizzati dalle popolazioni locali dei borghi dell’Emilia-Romagna ad iniziare dalle Feste Medievali e dalle Sagre. Infatti ogni anno nei borghi medievali della Campania si radunano migliaia di turisti o semplici visitatori giornalieri per vivere una giornata all’insegna dello spettacolo e dell’intrattenimento. Sfilate dei cortei in costume d’epoca accompagnate spesso da una gara per la conquista del palio, offrono il meglio della tradizione culturale del paese. Le sagre invece esaltano la cucina tradizionale e i prodotti tipici locali, mostrando al visitatore il meglio dei prodotti di qualità che contraddistinguono la tradizione enogastronomica del borgo.

I Borghi dell’Emilia-Romagna – Guida alla visita

Dopo un breve cenno storico verrà dato ampio spazio ai principali monumenti con indicazioni su cosa vedere al loro interno, alle manifestazioni o eventi più significativi di natura folcloristica, come sagre o feste medievali. A questo si aggiunge il panorama dei prodotti tipici locali e della cucina tradizionale locale del paese.
Infine sono vengono indicati i contatti dei principali enti comunali e turistici del luogo, come APT, Pro Loco, Associazioni Turistiche e così via. In ultimo link con la mappa del borgo così da individuare il percorso per raggiungerlo.

Quando Andare in Emilia-Romagna

Il clima prevalente dell’Emilia-Romagna è di tipo temperato subcontinentale. In estate il clima è caldo e umido mentre l’inverno risulta freddo e rigido. Non sono rari i giorni in cui la temperatura scende anche al di sotto dello zero. In Appennino il clima è più soggetto alle correnti oceaniche mentre sulla costa prevale un clima temperato sublitoraneo .L’autunno è molto umido, nebbioso e fresco fino alla metà di novembre. La primavera è moto simile sia in termini precipitativi che termici all’autunno.

I periodi migliori per visitare l’Emilia-Romagna sono la primavera (aprile – maggio – giugno) e la parte finale dell’estate (settembre e ottobre qualora si verifichino le classiche ottobrate). Specie per i borghi posti in Pianura Padana si consigliano i periodi più freschi dell’anno, in quanto le giornate d’estate sono quasi sempre calde e afose.

Informazioni Turistiche

Regione: Emilia-Romagna
Nome Abitanti: emiliani e romagnoli
Estensione: 22 452,78 km²
Sito istituzionale

Scopri i Borghi più belli da visitare in Emilia-Romagna

Brisighella | Cosa vedere e come visitare Brisighella

Brisighella

Grazioso e dall’aspetto tipicamente medievale, il borgo di Brisighella si è guadagnato fama negli ultimi decenni grazie alla suo…leggi tutto

CastellʼArquato | Cosa vedere e come visitare CastellʼArquato

Castell’Arquato

Percorsa dalla medievale Via Francigena, ricca di castelli, abbazie e magnifici scenari naturali ed agresti, la Val d’Arda forma…leggi tutto

San Leo | Cosa vedere e come visitare San Leo

San Leo

San Leo è un piccolo ma noto borgo dell’Emilia-Romagna posto su uno sperone di roccia a 589 m.s.l.m., nel cuore del Montefeltro…leggi tutto

Potrebbe interessarti anche:

Vedi gli eventi in Emilia-Romagna
Cucina tradizionale e prodotti tipici dell’Emilia-Romagna
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Emilia-Romagna