Taormina
Borgo siciliano tutto da vivere

Taormina, una terrazza con vista sullo Ionio e sull’Etna. In questa splendida perla di Sicilia, terra dei greci e dei romani, panorami mozzafiato fanno da scenario ad un ricco patrimonio storico e artistico.

Il borgo di Taormina

Taormina, in provincia di Messina, è famosa in tutto il mondo per la sua storia e per le sue splendide spiagge. Il punto in cui sorge, a 206 metri di altezza sul Monte Tauro, rappresenta una terrazza naturale che si affaccia sul Mare Ionio e sull’Etna. Una sottile striscia di sabbia la collega alla Riserva Naturale Orientata di Isola Bella.

Origini e Storia

Anche se i Siculi furono i primi ad abitare il territorio, Taormina ha origini greche e la sua fondazione viene fatta risalire al 358 a.C. quando alcuni superstiti provenienti da Naxos, attaccata dal tiranno di Siracusa, si rifugiarono sul Monte Tauro e fondarono Tauromenium cioè abitazione sul Tauro. Risale a questo periodo la costruzione del Teatro Antico simbolo della città.

Nel 212 si sottomise a Roma e divenne una civitas libera et foederata. Dopo essere stata per un breve periodo capitale della Sicilia Bizantina, fu poi conquistata, distrutta e ricostruita dagli arabi e acquistò nuovamente importanza con i normanni.

Taormina (ME) | Cosa vedere nel borgo siciliano

Cosa vedere a Taormina

Il Centro Storico

Taormina è dominata dall’alto dai resti del Castello di Monte Tauro o rocca dei Saraceni e dal Santuario della Madonna della Rocca, interamente scavato nella roccia. Cuore del centro storico di Taormina è Corso Umberto I. Dopo aver attraversato Porta Messina o Porta Ferdinandea (ingresso nord) si entra nella parte greco-romana. Al lato sud si trova Porta Catania o Porta del Tocco.

La Taormina Greco – Romana

Il Teatro Greco, il Palazzo Corvaja e le Chiese

Vanto di Taormina è lo splendido Teatro Greco o Teatro Antico, risalente al III secolo a.C. Fu trasformato in arena dai romani, e le lotte tra gladiatori e le battaglie navali presero il posto delle rappresentazioni artistiche. Oggi è la location per concerti e manifestazioni culturali con l’Etna e il Mare Ionio come sfondo. Vicino si trova il piccolo museo archeologico dell’Antiquarium.

Di origine romana sono le Naumachie, una struttura con 18 nicchie che formavano una monumentale fontana, e l’Odeon, il piccolo teatro che si trova accanto alla Chiesa di Santa Caterina di Alessandria e a Palazzo Corvaja.

Quest’ultimo, edificato tra il XIV e il XV secolo dove un tempo c’era l’agorà, è oggi sede del Museo delle arti e delle tradizioni popolari. La parte più antica è la torre araba a cui sono poi state aggiunte le ali laterali e la scala nel cortile. Sui resti di un tempio dedicato a Giove Serapide è stata costruita la Chiesa di S. Pancrazio, patrono di Taormina.

Taormina (ME) | Cosa vedere nel borgo siciliano

La Taormina Medievale

I Monumenti di Piazza IX Aprile

Sulla panoramica Piazza IX Aprile si affacciano la Chiesa di San Giuseppe (XVII Secolo) con la sua doppia scalinata, l’ex Chiesa di Sant’Agostino, sede della biblioteca comunale, e la Torre dell’Orologio o Porta di Mezzo (XII secolo) dalla quale si accede alla parte medievale della cittadina.

Piazza Duomo e i suoi Monumenti

Si arriva in Piazza Duomo dove troviamo il Municipio e la Cattedrale di San Nicolò di Bari edificata nel 1400. Sulla facciata spiccano la merlatura a corona, il rosone centrale e il portale marmoreo mentre al suo interno particolarmente interessanti sono le cinque tavolette che compongono il Polittico di Antonello de Saliba.

Nella piazza si trova una monumentale fontana chiamata “quattro fontane” al centro della quale, su un piedistallo, è riprodotto il simbolo di Taormina, un centauro femminile con in mano una sfera e uno scettro.

Il Palazzo Duchi di Santo Stefano, la Badia Vecchia, il Parco Colonna e le Victorian Follies

Testimonianze dell’architettura normanna sono il Palazzo Duchi di Santo Stefano, attuale sede della Fondazione Mazzullo, una massiccio palazzo in pietra di origine gotica con elementi decorativi arabi e normanni, e Badia Vecchia un torrione merlato in cui è allestito il Museo Archeologico di Taormina.

Infine, passeggiando nei giardini pubblici di Parco Colonna, un tempo di proprietà di Lady Florence Trevelyan, potrete ammirare, oltre al panorama e alla ricca vegetazione, anche delle particolari strutture: le victorian follies.

Quando visitare Taormina

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Taormina

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Sicilia
Provincia: Messina
Altitudine: 206 m s.l.m.
Nome abitanti: taorminesi
Patrono: San Pancrazio (giorno festivo 9 Luglio)
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Sicilia
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Sicilia
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Sicilia
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Sicilia

Redazione Borghi Storici © Riproduzione vietata | Copyright

Follow by Email
WhatsApp