Ostuni
Alla scoperta della Città Bianca

Come Otranto anche Ostuni si presenta con le caratteristiche case bianche a cui fa da contrasto un mare dal colore blu intenso. E’ uno dei centri turistici più famosi della Puglia, premiato più volte con la Bandiera Blu.

Il borgo di Ostuni

Una delle perle della magica terra Salentina è Ostuni, definita anche come “La Città Bianca” per le sue case dipinte di un bianco candido. Si erge su una colina a 218 metri d’altezza e a soli 8 km dalla costa adriatica. Le sue ricchezze artistiche, le sue tradizioni storiche ed enogastronomiche e la sfavillante bellezza del mare, ne fanno una delle mete turistiche più ambite e ricercate della Puglia. Ostuni dista 36,2 km da Brindisi e poco più di 80 da Bari.

La limpidezza del mare e la qualità dei servizi le hanno garantito per molti anni di ricevere la Bandiera Blu, aumentando ancor di più il prestigio di questa meraviglia del Salento. Affascinante il suo centro storico, formato da piccole case bianche dove si respirano suadenti atmosfere mediterranee.

Origini e Storia

L’origine del primo nucleo abitato di Ostuni si può far risalire intorno al I secolo a.C. per opera dei Messapi, popolazione di origine illirica o anatolica. In seguito fu conquistata dai Romani, poi dagli Ostrogoti e nel VII secolo dai Longobardi. Ostuni vide il passaggio di svariate dominazioni finché non arrivò l’unificazione d’Italia nel 1861.

Ostuni (BR) | Cosa vedere nel borgo

Cosa vedere a Ostuni

Basilica Minore di Santa Maria Assunta

Uno dei principali monumenti del borgo salentino è la Basilica Minore di Santa Maria Assunta o Concattedrale di Ostuni. L’anno di fondazione si fa risalire intorno al 1435. L’edificio fu terminato tra il 1470 e il 1495. Si presenta con una particolare quanto elegante facciata gotica, con tre portali e altrettanti rosoni posti sopra di essi. L’interno a croce latina custodisce interessanti opere del Settecento tra cui un altare di legno (1734) e un pregevole coro ligneo del XVII secolo.

I luoghi di culto da vedere a Ostuni

Tra gli edifici religiosi più belli da vedere, ricordiamo la chiesa di San Vito Martire, annesso al settecentesco Monastero delle Carmelitane, realizzata tra il 1750 e il 1752. Colpiscono i lineamenti tipici del barocco leccese della facciata. Il tour di vista prosegue visitando la chiesa di San Giacomo di Compostela datata 1423 e la medievale chiesa di San Francesco d’Assisi. La facciata risale al 1882 mentre all’interno si custodiscono varie opere d’arte come il dipinto di Mosè che spezza le tavole della legge, e le statue lignee dell’Immacolata (1719) e di Sant’Agostino del XVIII secolo. A completare il panorama delle architetture religiose, si segnala la chiesa dello Spirito Santo del 1637. Le altre chiese sparse nel centro storico della cittadina, e fuori dal nucleo più antico, sono tutte meritevoli di una visita.

Ostuni (BR) | Cosa vedere nel borgo

Scopri cosa vedere a Ostuni

Il Palazzo Vescovile e il Palazzo del Vecchio Seminario

La nostra gita a Ostuni, tra luminosi scorci e le tipiche case bianche, si arricchisce di altri gioielli architettonici, anch’essi situati nel borgo vecchio. Caratteristici i due palazzi del Settecento sorti sulla stessa piazza della concattedrale: a sinistra (guardando la chiesa) si erge il Palazzo Vescovile (1560) mentre a destra troviamo il Palazzo del vecchio Seminario (1679-1706). Posti uno di fronte all’altro, sono collegati dallo scenografico “Arco Scoppa” in stile barocco pugliese. In origine era di legno, poi ricostruito interamente in pietra nel 1750.

I Palazzi Nobiliari di Ostuni

Altri palazzi storici si nascondono tra i solari vicoli di Ostuni ma con attenzione si possono scorgere il barocco palazzo ducale Zevallos e il palazzo Siccoda del 1575 (via Cattedrale). Le numerose famiglie nobili, che abitarono Ostuni nel corso dei secoli, edificarono la loro personale residenza. Nel cuore vecchio di Ostuni sono nati edifici della famiglia degli Aurisicchio, degli Ayroldi, dei Bisantizzi, dove spicca il suo mirabile portale, dei Giovine, degli Jurleo, dei Palmieri, dei Falghieri con un pregevole portale, dei Petrarolo, dei Siccoda, degli Urselli, dei Ghionda anch’esso impreziosito da un elegante portale, e degli Zaccaria.

Quando visitare il borgo di Ostuni

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Ostuni

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Puglia
Provincia: Brindisi
Altitudine: 229 m.s.l.m
Nome abitanti: ostunesi
Patrono: sant’Oronzo, san Biagio (giorno festivo 26 agosto)
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Puglia
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Puglia
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Puglia
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Puglia