Mondolfo (PU)

Mondolfo è uno dei borghi delle Marche più belli grazie anche al centro storico dove si respirano ancora suggestive atmosfere medievali. Scopri i suoi monumenti più belli. 

Mondolfo: Dove si trova (posizione e altitudine)

Mondolfo è un grazioso paesino circondato dalle tipiche colline marchigiane. Il borgo si trova a pochi km dalla riviera Adriatica, 22,5 km da Pesaro e 50,2 km da Urbino e a 144 m.s.l.m. Mondolfo non tradisce le sue spiccate origini medievali dove al centro troviamo una grande piazza in cui troneggia la Residenza Municipale con annessa la Torre Civica, entrambi costruite in stile neogotico nel 1931. L’edificio fu realizzato con mattoni recuperati dall’originaria sede comunale distrutta dal terremoto avvenuto lo stesso anno. Dalla piazza si diramano vicoli e stradine che si incuneano tra le case del paese permettendo di visitare la restante parte di Mondolfo.

Cosa vedere e visitare a Mondolfo

Le Chiese e altri edifici religiosi

Vicino al comune, si erge la Chiesa di Santa Giustina citata già nel 1290 e nel 1635 Papa Urbano VIII la elesse a Collegiata. Visitando l’interno della chiesa, si nota la struttura composta da una navata in stile tardo barocco. Sopra l’ingresso spicca l’elegante cantoria e un organo del 1776 realizzato da Geatano Callido, uno dei massimo esponenti della scuola organaria veneta del ‘700.
Percorrendo le piacevoli viuzze del centro storico di Mondoflo possiamo visitare anche l’Oratorio di San Giovanni Decollato, costituito da una piccola chiesa al cui interno custodisce un altare di legno dorato e intagliato e una pregevole tela di Salomè con la testa di San Giovanni Battista, di artista ignoto. Suggestivo è anche l’itinerario che percorre le mura cittadine fino ad arrivare al belvedere, dove si are un rilassante panorama verso Marina da Marotta e il Monte Conero.

Mondolfo | Cosa vedere e come visitare Mondolfo

Le Architetture Militari

La visita a Mondolfo prosegue ammirando il rinascimentale Palazzo Peruzzi e poi raggiungere l’ottocentesca Porta Fanestre e la prima cerchia muraria, in parte realizzata nel VI secolo, mentre ora sono visibili quelle risalenti al XV secolo. Il Bastione di Sant’Anna, edificato durante la prima metà del cinquecento, un tempo aveva una funzione difensiva ma successivamente fu trasformato in un giardino. A gestirlo dal 1650 furono le monache di clausura di Sant’Anna che abitavano l’antico monastero (ora non più visibile).
Dal Borgo Ospedaletto, luogo dell’antico ospedale per i pellegrini fuori dalle mura, si arriva alla seconda cerchia muraria, eretta nel Duecento e risistemata nel Quattrocento da Francesco di Giorgio Martini, incaricato di realizzare un sistema difensivo omogeneo, adeguando il castello e la possente rocca all’uso delle armi da fuoco.

Il Complesso Monumentale di sant’Agostino

Porta Santa Maria (XIX secolo) è il varco da superare per raggiungere il complesso monumentale extraurbano di Sant’Agostino. L’insediamento degli agostiniani risale al 1291, ma la chiesa di Santa Maria del Soccorso si presenta in una veste tardo cinquecentesca con rimaneggiamenti interni del Settecento. La facciata del 1726 ha tre eleganti portali in arenaria con motivi decorativi di gusto rinascimentale. All’interno, il pulpito ha un baldacchino di legno dorato, il coro è in radica di noce e i dipinti di soggetto sacro sono di maestri del Seicento marchigiano. A fianco della chiesa, il convento degli agostiniani ha il chiostro affrescato nel Seicento e il pozzo dello stesso periodo.

Quando Andare a Mondolfo

Il clima è caratterizzato da inverni relativamente freddi, ed estati calde, abbastanza soleggiate ma anche temporalesche. La piovosità è discreta e supera gli 800 mm annui ed è ben distribuita durante il corso dell’anno. Anche il mese più secco, luglio, si ha una discreta quantità di pioggia. La temperatura media annuale è di 13,7 °C. Luglio è anche il mese più caldo dell’anno con una temperatura media di 22,7 °C mentre gennaio ha una temperatura media di 4,6 °C.

Il periodo migliore per visitare Mondolfo è la primavera (aprile – maggio – giugno) e fine estate/inizio autunno (settembre – ottobre). Anche l’estate è un buon momento per scoprire le bellezze del borgo ma si consiglia di evitare le giornate più calde.

Cosa visitare vicino Mondolfo

A un chilometro da Mondolfo, l’anima francescana del territorio è rappresentata dal convento di San Sebastiano, edificato nel 1760 sul luogo occupato da una chiesetta del 1479. Nell’attigua chiesa a croce greca, in una pala d’altare del pittore Sebastiano Ceccarini appare Mondolfo com’era nel Settecento. Poco più lontano, l’abbazia di San Gervasio di Bulgaria, fondata nel V-VI secolo, ha un impianto basilicale mutuato dalle grandi chiese di Ravenna e l’interno settecentesco. Nella cripta è custodito il più grande sarcofago ravennate delle Marche, del VI secolo, con incisi simboli cristiani, croci, corone d’alloro e due pavoni simbolo d’immortalità. Da Bisanzio ai Longobardi, di qui è passata la storia più antica di Mondolfo.

Informazioni Turistiche

Regione: Marche
Provincia: Pesaro e Urbino
Altitudine: 144 m.s.l.m
Nome abitanti: mondolfesi
Patrono: Santa Giustina (giorno festivo 26 settembre)
Sito istituzionale

Ristoranti, Trattorie e Pizzerie

Cucina Tipica e Prodotti Locali

Eventi a Mondolfo – Sagre, Feste Medievali e Fiere

Meteo Mondolfo

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi delle Marche
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi nelle Marche
Cucina tradizionale e prodotti tipici delle Marche
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi nelle Marche