Bagno Vignoni
Magico borgo in val d’Orcia

Bagno Vignoni, è un piccolo borgo da favola nel Parco Naturale della Val d’Orcia. Ad attirare migliaia di turisti, ogni anno, è la “magica” sorgente che sgorga nella vasca al centro della piazza.

Il borgo di Bagno Vignoni

Bagno Vignoni, la sola frazione di San Quirico d’Orcia, è un piccolo borgo termale di 30 abitanti in provincia di Siena a 305 metri s.l.m. E’ immerso nel Parco Naturale della Val d’Orcia, riconosciuto nel 2004 Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco, e già gli etruschi e i romani apprezzavano i benefici delle sue sorgenti.

Origini e Storia

La storia di Bagno Vignoni non può che essere legata alle sue acque termali. Questo luogo era già conosciuti dagli etruschi e dai romani, ma il borgo è stato maggiormente frequentato durante il Medioevo, quando i pellegrini, attraverso la via Francigena, andavano verso Roma.

Anche Papa Pio II, Lorenzo de’ Medici e Santa Caterina da Siena, approfittarono dei benefici di queste acque e della tranquillità del posto.

Le abitazioni, le antiche botteghe, la Chiesa di San Giovanni Battista, insomma l’intero borgo si è sviluppato intorno alla vasca di Piazza delle Sorgenti.

Il toponimo Vignoni deriva dall’omonimo castello medievale risalente all’XI secolo, che ancora oggi, dall’alto del colle, domina la valle insieme alla torre e alla Chiesa di San Biagio.

Bagno Vignoni (SI) | Cosa vedere nel borgo toscano

Cosa vedere a Bagno Vignoni

La Piazza delle Sorgenti e il centro storico

La particolarità di Bagno Vignoni è la Piazza delle Sorgenti, unica nel suo genere. Qui il cielo si specchia in una grande vasca rettangolare (49 x 24 metri), costruita nel ‘500, che raccoglie le calde acque di una sorgente termale di origine vulcanica, che risale da 1000 metri di profondità e con un temperatura di 50 gradi. I punti di maggiore fascino sono il loggiato di Santa Caterina e il porticato.

Quest’acqua, ricca di sali minerali, ha proprietà terapeutiche e rigeneranti. Per motivi di decoro pubblico, è vietato fare il bagno nella vasca, ma nel paese ci sono ben 3 strutture termali.

Sulla piazza si affaccia la Chiesa di San Giovanni Battista, in cui sono conservati un dipinto di Santa Caterina da Siena e un affresco del Cristo Risorto.

Il Parco dei Mulini

Dalla piazza, l’acqua scorre attraverso rigagnoli e piccole cascate fino al Parco dei Mulini, un percorso che inizia dalle vasche di raccolta, per giungere a quattro mulini scavati nella roccia anch’essi di origine medievale: il Mulino di Sopra, il Mulino Buca, il Mulino di Mezzo e il Mulino da Piedi. La loro particolarità è che, fino agli anni ’50, funzionavano anche in estate essendo alimentati dallo scorrere continuo della sorgente.

Quando visitare Bagno Vignoni

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Bagno Vignoni

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Toscana
Provincia: Siena
Comune: San Quirico d’Orcia
Altitudine: 306 m.s.l.m
Nome abitanti: vignonesi, bagnaioli
Patrono: San Giovanni
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Toscana
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Toscana
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Toscana
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Toscana