Montepulciano
Cosa vedere nel borgo toscano

Tutti conoscono il famoso vino che qui si produce, ma Montepulciano è molto di più. In questo affascinante borgo rinascimentale, definito la perla del cinquecento, potrete perdervi nell’incanto di meravigliose chiese e storici palazzi.

Il borgo di Montepulciano

Montepulciano, borgo in provincia di Siena, è situato a 605 metri di altezza, su una collina che separa la Valdichiana dalla Val d’Orcia. Questa piccola città rinascimentale, racchiusa dalle antiche mura, è definita la perla del cinquecento per la presenza di pregevoli architetture civili e religiose. Il borgo è circondato da campagne ricche di uliveti e di vigneti ed è oggi rinomato per la produzione del vino nobile di Montepulciano DOCG.

Origine e Storia

E’ opinione diffusa che Montepulciano sia un centro di origine etrusca fondato, nel IV secolo a.C., dal lucumone di Chiusi, Porsenna. I nomi Montepulciano e Porsenna deriverebbero dall’etrusco purth o purz, che significa condottiero, per cui, dopo vari cambiamenti, si giunge ad attribuire a Montepulciano il significato di monte del re o monte di Porsenna.

Da Castrum Politianum i romani potevano controllare le strade consolari della Valdichiana. Durante il dominio longobardo prese il nome Mons Politianus, Castello Policiano, come attesta un documento risalente al 715. Il primo nucleo abitativo si sviluppò sulla cima del colle, in una posizione che rappresentava una protezione naturale quasi inaccessibile. Nonostante ciò, si ebbe poi la necessità di fortificarlo con la costruzione di una fortezza, nel punto più alto, e tre cerchie di mura.

Montepulciano (SI) | Cosa vedere a Montepulciano

Montepulciano, grazie al fiorente commercio e alle attività manifatturiere, divenne un libero comune molto ricco, e per questo, per molto tempo, fu oggetto di contesa tra Perugia, Siena e Firenze. Nel XIII internamente, iniziò a prevalere la potente famiglia dei Del Pecora che governò fino a quando il borgo si sottomise ai fiorentini nel 1390. Nel 1511 firmò la pace definitiva con Firenze.

Nel Rinascimento visse il suo periodo d’oro e nel 1559 Cosimo De’ Medici, nominato Granduca di Toscana, gli attribuì il titolo di “Città Nobile”.  Nel 1561 divenne sede vescovile e dal 1609 al 1636 fu feudo di Cristina di Lorena, vedova di Ferdinando I, la quale fece costruire molti edifici religiosi.  Montepulciano è il paese natale di Angelo Ambrogini, conosciuto come il Poliziano.

Cosa vedere a Montepulciano

Il Centro Storico

Montepulciano deve la costruzione degli splendidi palazzi rinascimentali e delle chiese del suo centro storico ai più esperti architetti del cinquecento, tra cui Antonio da Sangallo, il Vecchio, e Michelozzo Michelozzi.

Superata Porta al Prato si accede al corso principale su cui si affacciano anche innumerevoli botteghe. Lungo il percorso si incontrano la Chiesa di Sant’Agostino, con il bel portale e la lunetta con il rilievo in terracotta raffigurante la Madonna con Bambino, San Giovanni Battista e Sant’Agostino, la Chiesa di Santa Lucia e la Chiesa di Gesù. Tra i tanti palazzi vi segnaliamo Palazzo Avignonesi, Palazzo Venturi, Palazzo Cervini e la casa del Poliziano.

I Monumenti su Piazza Grande

Il Palazzo Comunale e la Cattedrale di Santa Maria Assunta

Giunti in Piazza Grande, non si può che restare affascinati dall’imponenza della Cattedrale e dal Palazzo Comunale, le cui forme ricordano Palazzo Vecchio di Firenze.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta venne edificata tra il 1592 e il 1630 al posto di una vecchia pieve di cui resta la massiccia torre campanaria. L’interno, a croce latina, è diviso in tre navate, e sull’altare maggiore è possibile ammirare il trittico dell’Assunta, opera di Taddeo di Bartolo.

I Palazzi Rinascimentali, il Teatro Poliziano e il Museo Civico

Nella piazza ci sono anche il pozzo dei Grifi e dei Leoni, il Palazzo Capitano del Popolo, il Palazzo Tarugi e il Palazzo Contucci. Nelle vicinanze si trovano il Teatro Poliziano e Palazzo Neri Orselli, sede del Museo Civico Pinacoteca Crociani. Alla fine del corso c’è la Chiesa di Santa Maria de Servi, la più antica del borgo.

Cosa vedere a Montepulciano

Il Tempio di San Biagio e altri luoghi da vedere

Un luogo simbolo di Montepulciano è il Tempio di San Biagio edificato da Antonio da San Gallo, su una precedente pieve di cui resta l’affresco della Madonna del Buon viaggio. A questo stesso architetto è attribuita l’ultima ricostruzione della Fortezza Medicea, eretta nel 1261.
Fuori dalle mura, non può mancare una visita alla Chiesa di Sant’Agnese e alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie.

Quando Visitare Montepulciano

La stagione migliore per visitare il borgo

Scopri il periodo migliore per visitare il borgo di Montepulciano.

Cosa visitare vicino a Montepulciano

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio trai luoghi più belli da vedere nei dintorni del borgo.

Informazioni Turistiche

Regione: Toscana
Provincia: Siena
Altitudine: 605 m s.l.m.
Nome abitanti: montepulcianesi o poliziani
Patrono: San Giovanni Decollato (giorno festivo 29 Agosto)
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Toscana
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Toscana
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Toscana
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Toscana