Pitigliano
Affascinate borgo nella Maremma Toscana

Pitigliano, uno dei borghi più scenografici della Toscana, è tra le mete turistiche più gettonate della regione. Da vedere le antiche e possenti Mura, il Palazzo Orsini, le chiese medievali e l’Acquedotto Mediceo.

Il borgo di Pitigliano

Adagiato su una rupe di tufo a 313 metri d’altezza, vicino al confine tra Lazio e Toscana, sorge il caratteristico e noto borgo di Pitigliano. Questo splendido centro storico toscano è immerso in un paesaggio collinare idilliaco e fuori dal tempo. Lontano dai grandi centri abitati tra boschi, valli e campi coltivati, Pitigliano si pone con merito tra le località più visitate di questa parte della Toscana. Si trova in provincia di Grosseto a circa 71 km dal capoluogo.

Pitigliano, chiamato anche “La Piccola Gerusalemme”, per via di una radicata comunità ebraica, offre al visitatore un ampio e invidiabile patrimonio storico e architettonico. Chiese, palazzi storici, castelli, cinte murarie, sinagoghe e musei formano un puzzle di grande interesse che lascerà il turista indubbiamente soddisfatto.

Cosa vedere a Pitigliano

Le Mura e il Palazzo Orsini

Il centro storico è in parte racchiuso da mura antiche risalenti a varie epoche. Sono presenti, infatti, mura di epoca etrusca, Mura Aldobrandesche e Mura Ursinee (edificate durante la dominazione degli Orsini).

Il cuore antico del borgo appare quasi nettamente separato dalla zona moderna e la nostra visita potrà iniziare dal possente Palazzo Orsini, primo importante edificio posto nella zona più a est di Pitigliano. Risale all’XI-XII secolo, e originariamente fu costruito per ospitare un convento. In seguito fu acquisito dagli Aldobrandeschi e a metà del Duecento, con la loro caduta, passò in mano agli Orsini. Nel 1608 anche quest’ultima nobile famiglia perse lentamente il suo potere, così il palazzo fortificato entrò sotto il dominio del Granducato di Toscana.

Osservando il palazzo, si notano alcune influenze stilistiche del rinascimento, rappresentate dalle merlature, due torri e un torrione. L’accesso avveniva tramite una rampa che conduceva a un grande portone con arco tondo. Poco dopo ci troveremo nel cortile, con la classica cisterna centrale, decorata da bassorilievi raffiguranti la casata dei conti di Pitigliano. Si fa notare anche un loggiato interno con colonne in stile ionico. Il Palazzo Orsini ospita il Museo Archeologico di Pitigliano e il Museo Diocesano di Arte Sacra.

Pitigliano (GR) | Cosa vedere nel borgo toscano

L’Acquedotto Mediceo

Sul lato sud del paese, vicino al Palazzo Orsini, si erge il caratteristico Acquedotto Mediceo, il cui scopo era di fornire l’acqua all’intero paese. Fu costruito durante il Cinquecento per volere degli Orsini, su un progetto di Antonio da Sangallo il Giovane.

Architettura Religiosa a Pitigliano

Il Duomo

Seguendo i vicoli interni o la via che serpeggia nel centro storico, si giunge alla Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo o Duomo di Pitigliano. Risale all’epoca medievale ma subì nei secoli varie modifiche specie dopo il XVI secolo. L’edificio è introdotto da una facciata tardo-barocca. Il campanile sulla sinistra è intonacato nella parte inferiore e in tufo in quella superiore, caratteristica che ha mantenuto sin dal medioevo. La visita prosegue entrando nell’ambiente interno. Decorato in stile barocco, è costituito da una sola navata, con cappelle laterali. Sono conservate varie opere d’arte realizzate in gran parte tra il XVII e il XIX secolo.

Altri luoghi di culto

Da non perdere è il Santuario della Madonna delle Grazie. Originariamente edificato nel XIV secolo come cappella rurale, fu trasformato in santuario durante il XVI secolo. Nel 1962 subì un importante lavoro di restauro. Nel nostro tour di visita a Pitigliano non possiamo che includere la Chiesa di Santa Maria Assunta, risalente al XIX, e realizzata in stile neoromanico. La chiesa sorge fuori le mura e si affaccia su piazza Dante.

Molte altre piccole chiese si trovano a Pitigliano, nelle immediate vicinanze del paese: la chiesa di Santa Maria e San Rocco, edificata nel XII secolo ma poi restaurata in stile tardo-rinascimentale; pregevoli le opere pittoriche risalenti al XVII secolo. Segnaliamo, inoltre l’Oratorio del Santissimo Crocefisso (in piazza Gregorio VII), edificato nel XVII secolo e infine la rinascimentale chiesa della Madonna del Fiore, collocata fuori le mura. Nonostante i radicali lavori di rifacimento sono ancora evidenti i lineamenti stilistici di epoca cinquecentesca.

Altri edifici storici da vedere nel borgo

Inconfondibile il Palazzetto dell’Archivio o Palazzo Comunale. Si nota l’orologio inserito nel 1588 e il campanile a vela, aggiunto nel ‘600. Nello stesso periodo gli fu attribuito tale nome poiché ospitò l’archivio di Sovana. Volgendo lo sguardo alla nostra destra noteremo il Palazzo Pretorio, con gli stemmi dei Senesi e dei Medici sulla facciata; a fianco, fa bella mostra la Loggia del Capitano.

Quando visitare Pitigliano

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Pitigliano

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Toscana
Provincia: Grosseto
Altitudine: 313 m.s.l.m
Nome abitanti: pitiglianesi
Patrono: San Rocco (giorno festivo 16 agosto)
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Toscana
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Toscana
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Toscana
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Toscana