Auronzo di Cadore

Un borgo tra laghi, splendide cime dolomitiche e verdeggianti foreste

Auronzo di Cadore è un borgo alpino incastonato in una valle tra le Dolomiti. Affermata meta di villeggiatura, in tutte le stagioni, è l’unico centro da cui si può ammirare il versante sud delle Tre cime di Lavaredo.

Il borgo di Auronzo di Cadore

Auronzo di Cadore si trova sulle rive del lago artificiale di Santa Caterina nella valle del torrente Ansiei, a 866 metri s.l.m. A nord il suo confine è segnato dal Monte Aiarnola. Il borgo è attorniato dalle Dolomiti, Patrimonio dell’UNESCO dal 2009. Le vette più importanti e conosciute sono le Tre Cime di Lavaredo, oltre ai Cadini di Misurina, al Monte Piana e la Croda di Toni.

Origine e Storia

Il toponimo Auronzo deriverebbe dal nome degli antichi abitanti del Cadore, Eboruntii o Aboruntii. Alcuni sostengono invece che derivi dal latino aurum (oro) per via della presenza di una miniera di argento.

Le prime testimonianze della presenza dei romani sono state scoperte alla fine del XX secolo presso la zona di Tarin. In seguito al ritrovamento casuale di reperti venetici e romani sul monte Calvario, sono stati effettuati alcuni scavi che hanno portato alla luce un santuario a gradoni (datato 199 a.C. – 476 d.C.), uno dei più rilevanti siti archeologici della regione.

Il territorio è stato da sempre oggetto di contese. Tra gli austriaci e Venezia al tempo della Serenissima, tra tedeschi e francesi con Napoleone, ma soprattutto durante la Prima Guerra Mondiale quando fu presidio militare italiano. Sul Monte Piana si conservano ancora oggi le trincee, le barricate e le gallerie scavate nella roccia.

Ad Auronzo di Cadore è legata la storia del lago artificiale di Santa Caterina, che prende il nome dalla piccola cappella edificata sulle sue rive.

La diga fu realizzata tra il 1930 e il 1932 e, bloccando il flusso del fiume Ansiei, permise di incanalare le acque per alimentare la centrale idroelettrica a valle.

Auronzo di Cadore (BL) | Cosa vedere nel borgo

Cosa vedere ad Auronzo di Cadore

Il Centro Storico e le Chiese

All’ingresso del paese c’è il Ponte dei Leoni, due statue di leoni in pietra che segnano l’inizio della diga. Molti sono i luoghi di culto presenti sul territorio.

Nel centro di Villagrande c’è la Chiesa parrocchiale di Santa Giustina edificata nel 1772, con i suoi sette altari. Il pittore Giovanni De Min ha realizzato gli affreschi del coro e due grandi dipinti ad olio “La resurrezione di Lazzaro” e la “Profanazione del Tempio”.

Meritano di essere visitate anche la Chiesa di San Lucano, a pianta ottagonale, consacrata nel 1856 (Villapiccola) e la Chiesa di Santa Caterina, in località Cella, ricostruita nel 1554 e a cui il lago deve il nome.

Infine la Chiesa della Madonna delle Grazie costruita nel 1743 come voto per redimere la controversie tra Dobbiaco e Auronzo. In cima alla cupola c’è un gallo di ferro che richiama alla leggenda relativa al raggiungimento della pace.

I Musei

Al centro di Auronzo è possibile visitare il Museo Palazzo Conte Metto, un museo multitematico diviso in quattro sezioni: Scienze della Vita e della Terra, archeologia, la “Grande Guerra” e l’attività mineraria e mineralogica.

Con circa due ore di cammino si arriva al museo all’aperto della Prima Guerra Mondiale sul Monte Piana, dove sono ancora visibili le trincee, le gallerie e le postazioni militari. Un altopiano, sentieri, boschi e rocce che testimoniano l’aspro combattimento tra italiani e austriaci.

Scopri gli altri luoghi da vedere ad Auronzo di Cadore

Natura e Paesaggio

La principale attrazione sono le bellezze naturalistiche e paesaggistiche. Dal meraviglioso panorama delle Tre Cime di Lavaredo, emblema delle Dolomiti nel mondo, alla riserva naturale di Somadida, una foresta di conifere in cui prevalgono l’abete rosso, l’abete bianco, il larice e il faggio.

E come non menzionare il lago naturale di Misurina, la perla delle Dolomiti, in cui le montagne e i boschi si specchiano nelle sue acque creando un’atmosfera incantevole durante tutte le stagioni.

Questi luoghi sono la meta ideale per chi vuole rilassarsi e per gli amanti della vita all’aria aperta. Molti gli sport che si possono praticare: trekking, escursionismo, arrampicate, canottaggio, sci.

Quando visitare il borgo di Auronzo di Cadore

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino ad Auronzo di Cadore

Cosa vedere nei dintorni

In tour alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Veneto
Provincia: Belluno
Altitudine: 886 m s.l.m.
Nome abitanti: auronzani
Patrono: Santa Giustina di Padova (giorno festivo 7 Ottobre)
Sito Istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

I borghi del Veneto
I borghi più belli in Italia
Scopri gli eventi in Veneto
Cucina tradizionale e prodotti tipici del Veneto
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Veneto