Castellabate
La perla del Cilento

Sospeso tra i monti e il mare, Castellabate è inserito con merito nel club dei Borghi più Belli d’Italia. Un paese dove castelli, palazzi nobiliari e antiche case sono immersi nell’autentica atmosfera mediterranea.

♦ Il borgo di Castellabate

♦ La Basilica Pontificia di Santa Maria de Giulia

Gli Edifici Religiosi

♦ Le Cappelle Votive

♦ I Palazzi Nobiliari

♦ Il Castello Medievale

Il borgo di Castellabate

A pochi passi dal mare, all’interno del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Adriano, Monti Alburni, Castellabate figura tra i borghi più significativi e famosi dell’area Cilentana. Grazie alle sue caratteristiche è stato inserito con merito tra i Borghi più belli d’Italia.

Castellabate, infatti, si colloca egregiamente in un contesto paesaggistico, culturale e ambientale di grande valore tanto che lo stesso Cilento è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Si trova vicino la costa meridionale della Campania a circa 68 km a sud di Salerno.

Cosa vedere a Castellabate

Visitando il borgo si nota il suo impianto urbano medievale fatto di vicoli, piazzette, edifici storici, piccole case arroccate, dove, di tanto in tanto, si spalancano affascinanti quanto spettacolari scorci verso il mare dal colore blu intenso. Castellabate custodisce un patrimonio artistico e architettonico di pregio, costituito da luoghi di culto, palazzi nobiliari e architetture militari, in particolari le torri.

Castellabate (SA) | Cosa vedere in uno dei borghi più belli della Campania

Cosa vedere a Castellabate: le Architetture religiose

Basilica Pontificia di Santa Maria de Gulia

Costruita in evidente stile romanico, la Basilica Pontificia di Santa Maria de Gulia fu edificata nella prima metà del XII secolo. L’interno è costituito da tre navate suddivise da due serie di quattro archi e con il suo caratteristico campanile tardo-romanico. Dell’epoca romanica conserva anche le monofore e il soffitto a cassettoni; dell’epoca barocca risale la facciata principale, il transetto e l’abside. Di notevole spessore artistico sono le opere custodite all’interno che vanno dal XII al XVIII secolo. Segnaliamo in particolare il polittico in cui sono rappresentati la Madonna con Bambino in trono, San Pietro e San Giovanni ai lati, mentre sulla cimasa sono riprodotte la Crocifissione e due scene dell’Annunciazione. L’opera fu realizzata da Pavanino da Palermo nel 1472.

Gli Edifici Religiosi

Il nostro tour di visita ci farà scoprire anche il Santuario di Santa Maria a Mare costruito nel 1826 su una preesistente cappella del XII. A San Marco (uno dei centri abitati che formano Castellabate) troviamo la moderna Chiesa di San Marco Evangelista, eretta nel 1911 in piazza Giuseppe Comunale. In ultimo invitiamo a scoprire la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, affacciata sulla piazza Giovanni Paolo II a Ogliastro Marina (una delle frazioni del comune sparso). È frutto di un ampliamento nel 1896 di una precedente cappella omonima del XVII. Deve il suo nome ai numerosi miracoli che salvarono la vita ai naviganti della zona.

Le Cappelle Votive

In tutta l’area comunale di Castellabate si trovano numerose cappelle votive realizzate tra il XVI e XIX secolo, quasi tutte di proprietà delle nobili famiglie che hanno influenzato la storia di Castellabate tra il Medioevo e il Rinascimento. Una delle più note è la Cappella di Santa Maria del Soccorso presso il molo di punta Licosa. La Cappella della Pietà, chiamata così per una scultura che rappresenta la Pietà, fu edificata nel XVI secolo. La Cappella di San Pasquale del XVIII secolo è inglobata nel palazzo Perrotti. La Cappella del Santo Rosario, edificata nel XVI secolo, è visibile sul sagrato della basilica Santa Maria de Gulia. Infine ricordiamo la Cappella di Santa Maria della Pace, risalente al XVII secolo e la Cappella di San Marco del XVI secolo (vicino il porto di San Marco).

Cosa vedere a Castellabate: I Palazzi Nobiliari e il Castello Medievale

I Palazzi Nobiliari

Il ventaglio di attrazioni di Castellabate si arricchisce con alcuni pregevoli palazzi nobiliari. Molti di questi sono situati nella località principale, Santa Maria. Qui sorge il Palazzo Belmonte, del 1733, circondato da un parco di cinque acri. In località San Marco troviamo il Palazzo De Angelis edificato nel XVIII secolo. Il Palazzo Granito, costruito nella prima metà del Settecento, si trova vicino il molo di punta Licosa. Infine, segnaliamo la Villa Matarazzo, una residenza estiva nobiliare dell’Ottocento, situata sul lungomare di Santa Maria.

Il Castello Medievale

Nella parte più alta di Castellabate, a poca distanza dalla Basilica Pontificia, il nostro sguardo sarà catturato dal castello medievale, edificato dall’abate Costabile nel 1123. Ancora oggi si mostra solido, compatto e maestoso con le sue 4 torri angolari a difesa delle mura contro eventuali attacchi dei Saraceni. All’interno del castello si trovavano abitazioni, magazzini e forni.

Quando visitare Castellabate

La stagione migliore per visitare il borgo

Idee e consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Castellabate

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Campania
Provincia: Salerno
Altitudine: 289 m.s.l.m
Nome abitanti: castellabatesi
Patrono: San Costabile (giorno festivo 17 febbraio)
Sito istituzionale

Potrebbe interessarti anche:

I borghi della Campania
I borghi più belli in Italia
Scopri gli eventi in Campania
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Campania
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Campania
Follow by Email
WhatsApp