Ravello (SA)

Ravello è una delle perle della Costiera Amalfitana e tra i borghi più conosciuti della Campania. Dalle sue superbe ville storiche si godono panorami mozzafiato verso le montagne e verso il mare. Scopriamo i suoi monumenti più belli. 

Ravello: Dove si trova (posizione e altitudine)

Arroccato sulle pendici meridionali dei Monti Lattari, che ridiscendono verso il blu intenso del mare, Ravello rappresenta indubbiamente uno dei simboli turistici non solo della Costiera Amalfitana ma anche della Campania. Posto a circa 313 m s.l.m. sopra il borgo di Amalfi, offre panorami mozzafiato e paesaggi mediterranei a tratti fiabeschi e di estrema suggestione.

Proprio tali scenari hanno fatto di Ravello una delle mete turistiche più ambite di questa parte d’Italia e la sua storia e le testimonianze artistiche ancora presenti come chiese, palazzi storici e le sfarzose ville, aggiungono un valore notevole al centro storico. Nel corso del tempo si è distinto anche come centro intellettuale e culturale, ispirando personaggi di rilevanza artistica e letteraria di respiro internazionale.

Origine e Storia di Ravello

Le origini di Ravello affondando in tempi antichi, durante il V secolo quando era luogo ideale per sfuggire alle scorrerie dei barbari che determinarono la successiva caduta dell’Impero romano d’Occidente. Nel corso dei secoli Ravello divenne un fervente centro commerciale grazie alla lavorazione della lana e alla diffusione del commercio verso il mediterraneo e Bisanzio. Il suo massimo splendore venne raggiunto durante il IX secolo, sotto la Repubblica marinara di Amalfi e il Principato di Salerno.

Ravello | Cosa vedere e come visitare Ravello

Cosa vedere e visitare a Ravello

Chiese e altri luoghi di Culto

Gli edifici religiosi di Ravello costituiscono uno de patrimoni architettonici più significativi e in particolare il Duomo ne rappresenta uno dei più interessanti esempi. Costruito nel XI secolo si compone di una cappella seicentesca dove si può ammirare l’ampolla in cui è custodito il sangue del santo patrono Pantaleone.
Annesso al duomo troviamo il Museo dell’Opera del Duomo con interessanti oggetti tra i quali il famoso busto di Sigilgaita Rufolo. Il piccolo borgo campano conserva altre sorprese e altri tesori come la chiesa di Santa Maria delle Grazie risalente al secolo XI e realizzata in stile romanico e al cui interno sono presenti tracce di affresco della Vergine, l’Agnus Dei e San Cosma. Consigliamo anche la visita alla chiesa di Santa Maria a Gradillo edificata nell’XI secolo e caratterizzata da tre absidi e alla chiesa di San Giovanni del Toro molto simile come struttura alla precedente.

Le Ville di Ravello

Villa Rufolo

Una delle maggiori attrazioni turistiche di Ravello è costituita dalle sue ville e in particolare dalla Villa Rufolo nel cuore del centro storico, nota per i suoi giardini e per gli splendidi panorami. È una dimora storica risalente al XIII secolo fatta costruire dalla nobile famiglia Rufolo. Venne costruita mescolando elementi in stile arabo-normanno. Successivamente furono effettuati lavori di restauro aggiungendo architetture tipiche dell’ottocento.
La villa è accessibile da Piazza Duomo dove si trova la torre d’ingresso quadrangolare. Sono possibile visite guidate a pagamento che porteranno il visitatore alla scoperta dei pregevoli tesori artistici della villa. Indimenticabili i panorami che si aprono dai giardini verso il mare e la costa.

Villa Cimbrone

Altro luogo di straordinario interesse architettonico è Villa Cimbrone edificata riutilizzando frammenti antichi. Attualmente la villa è adibita in gran parte a Hotel di lusso ma è possibile, previo pagamento di un biglietto d’ingresso (7,00 euro), visitare i giardini e alcuni edifici al suo interno. Da qui si possono godere affacci verso la Costiera Amalfitana e il mare sottostante davvero indimenticabili. Da non perdere, infatti, il panorama dalla “Terrazza dell’Infinito”, uno dei più spettacolari e affascinanti del nostro paese e del mondo.

Quando andare a Ravello

Il clima di Ravello è di tipo mediterraneo, caratterizzato da estati calde ma mai afose e inverni miti e piovosi. Il mese più caldo è agosto con una media massima di 28,4 °C mentre il mese più freddo è gennaio la cui temperatura media si avvicina supera di poco i 7 °C.

Il periodo migliore per visitare Ravello è la primavera (aprile – maggio – giugno) e fine estate/inizio autunno (settembre – ottobre).

Cosa visitare vicino Ravello

Svariate sono le località turistiche che possono essere visitate nei dintorni di Ravello. Senza dubbio la vicina Isola di Ischia, la Costiera Amalfitana con i suoi suggestivi borghi come Furore, Maiori, Vietri sul Mare e Amalfi. A circa 22,7 km da Ravello, seguendo la costa trovaimo la splendida Positano, mentre di grande interesse naturalistico dagli Incantevoli e suggestivi scorci, è il Parco Regionale dei Monti Lattari che si ergono ripidi e boscosi su tutti e due i versanti della penisola Sorrentina. Ampi sono i panorami anche sul Golfo di Salerno e la città omonima.

Informazioni Turistiche

Regione: Campania
Provincia: Salerno
Altitudine: 313 m.s.l.m
Nome abitanti: ravellesi
Patrono: San Pantaleone (giorno festivo 27 luglio)
Sito istituzionale

Ristoranti, Trattorie e Pizzerie

Cucina Tipica e Prodotti Locali

Eventi a Ravello – Sagre, Feste Medievali e Fiere

Meteo Ravello

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Campania
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Campania
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Campania
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Campania