Sermoneta

Sovrastato dal celebre Castello Caetani, il borgo di Sermoneta è una delle mete turistiche più gettonate del Lazio, Il suo aspetto urbano spiccatamente medievale e la sua posizione panoramica lo rendono ancora più suggestivo. Scopriamo i suoi monumenti più belli. 

Il borgo di Sermoneta

Sermoneta rappresenta il tipico borgo medievale costituito da casette in muratura, cinta murarie, vicoli stretti e il possente castello nella parte più alta. È una meta turistica tra le più apprezzate e frequentate del Lazio oltre che della provincia di Latina. Adagiata su un colle a 237 metri d’altitudine, alle pendici occidentali dei Monti Lepini, Sermoneta è anche un magnifico balcone verso la Pianura Pontina. Dista poco più di 16 km da Latina, e merita una senza dubbio una visita attenta.

Cosa vedere a Sermoneta

Il Centro Storico

Il nostro viaggio alla scoperta del borgo di Sermoneta passa inevitabilmente attraverso la via principale del paese che attraversa le antiche mura di cinta dove sulla destra sono ancora visibili delle feritoie. Si prosegue e in pochi minuti si arriva alla piazzetta principale dove oltre ai vari negozi e botteghe troviamo anche la Loggia dei Mercanti con le sue arcate, e il quattrocentesco Palazzo Comunale (a destra).

Dalla loggia si può ammirare la piazza in una prospettiva particolare e diversa. Passeggiando nel dedalo dei suoi stretti vicoli, si possono osservare elementi architettonici e decorativi di notevole pregio come bifore, stemmi, portali a bugnato, archi a tutto sesto e ad ogiva, loggiati e case-torri, tra cui anche una Sinagoga ebraica. Dal Belvedere, di fronte alla pittoresca Via delle Scalette, si può godere di un vasto panorama sulla piana sottostante e sul litorale pontino.

Sermoneta | Cosa vedere e come visitare Sermoneta

Cosa vedere a Sermoneta: Castelli e Rocche

Il Castello Caetani

Una volta raggiunto il belvedere si percorre la via delle scalette e si arriva al Castello Caetani, uno dei più famosi del Lazio e dell’Italia Centrale. Da non perdere è la visita alla fortezza in cui troviamo tutti gli aspetti architettonici dei castelli come stanze affrescate, armature da cavalieri, abiti medievali, ponti levatoi, passaggi segreti, torri e spiccate merlature.
La visita è a pagamento, e a parte qualche parte del castello, il percorso vi permetterà di osservare il maniero da molti punti di vista. La costruzione risale al XIII secolo per mano della Famiglia Annibaldi. In seguito ad una grave crisi economica familiare, cedettero il primo edificio fortificato a Pietro II Caetani, Conte di Caserta.

Cosa vedere a Sermoneta: I Luoghi di Culto

La Cattedrale di Santa Maria Assunta

Oltre agli edifici storici, il patrimonio di Sermoneta si arricchisce di alcune pregevoli chiese come la Cattedrale di Santa Maria Assunta, eretta in stile romanico prima del X secolo sulle rovine di un tempio romano dedicato alla dea Cibele. A pianta basilicale e in stile romanico – gotico, con chiari riferimenti cistercensi (che la ristrutturarono nel XII secolo), la chiesa si distingue per l’angusto portico gotico e per lo snello e bellissimo campanile romanico in pietra e mattoncini.

L’interno, a tre navate con volte a crociera, custodisce molte opere d’arte, tra cui due acquasantiere, una medievale e l’altra rinascimentale, e un coro ligneo settecentesco. Inoltre troviamo anche un crocifisso barocco dell’edicola dell’altare e quello medievale di una delle cappelle laterali e infine alcuni pregevoli affreschi del ‘400 nella Cappella De Marchis, opera di Benozzo Gozzoli.

La Chiesa di San Michele Arcangelo

Da vedere è la chiesetta di San Michele Arcangelo (o di Sant’Angelo), posta nel cuore medievale del paese, di fronte ad una splendida casa torre, oggi adibita ad albergo. L’edificio sacro venne edificato sui resti di un antichissimo tempio dove era venerata dea Maia. Le sue origini risalgono probabilmente al XI secolo, ma il suo aspetto attuale è frutto di modifiche in stile gotico risalenti alla metà del XII secolo. Presenta un piccolo portico assai deteriorato, ed è caratterizzata da una pianta asimmetrica. All’interno, a tre anguste navate e con soffitto a volte a crociera, sono conservati un organo settecentesco, un battistero seicentesco ed un affresco che raffigura la Crocifissione. Sotto la chiesa si trova una cripta con suggestivi affreschi del XV secolo.

Quando Andare a Sermoneta

La stagione migliore per visitare il borgo

Il clima del borgo è caratterizzato da estati calde ma asciutte, e inverni miti e piovosi senza, in genere, che vengano raggiunte temperature eccessivamente basse. La piovosità è abbondante e supera i 960 mm annui ed è concentrata durante la stagione autunnale e invernale. La temperatura media annuale è di 14,6 °C. Agosto è anche il mese più caldo dell’anno con una temperatura media di 23 °C mentre gennaio ha una temperatura media di 7,2 °C.

Il periodo migliore per visitare Sermoneta è la primavera (aprile – maggio – prima parte di giugno) e fine estate/inizio autunno (ultima parte di settembre – ottobre). Si sconsiglia la visita durante le giornate eccessivamente calde. Infine la stagione autunnale dona un tocco di magia in più al borgo.

Cosa visitare vicino a Sermoneta

Cosa vedere nei dintorni

Informazioni Turistiche

Regione: Lazio
Provincia: Latina
Altitudine: 237 m.s.l.m
Nome abitanti: sermonetani
Patrono: San Giuseppe (giorno festivo 19 marzo)
Sito istituzionale

Ristoranti, Trattorie e Pizzerie

Cucina Tipica e Prodotti Locali

Eventi a Sermoneta – Sagre, Feste Medievali e Fiere

Meteo Sermoneta

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi del Lazio
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi nel Lazio
Cucina tradizionale e prodotti tipici del Lazio
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi nel Lazio