Portofino (GE)

Portofino è senza dubbio una delle località balneari più celebri al mondo. Deve la sua fama alla spettacolare posizione, al mare cristallino e al suo suggestivo centro storico, tra i più fotografati dai turisti.

Portofino: Dove si trova (posizione e altitudine)

Portofino è un più piccolo comune della provincia di Genova, ed è considerato una delle più belle attrazioni turistiche italiane oltre ad essere uno tra i più caratteristici borghi marinari del mondo. Situato nella zona occidentale del Golfo del Tigullio, in una baia alla base del promontorio omonimo, confina ad ovest con Camogli, a nord con il comune di Santa Margherita Ligure e a sud e ad est è bagnato dal mar Ligure.

Tutto il comune è racchiuso nel Parco Naturale Regionale di Portofino e nella sua area naturale marina protetta. Plinio il Vecchio ci narra che fu fondato ai tempi della dominazione dell’Impero Romano e chiamato Portus Delphini, forse per via della grande quantità di delfini che nuotavano nelle acque nel Golfo del Tigullio.

Origini e Storia di Portofino

Citato in un diploma del 986 di Adelaide del Sacro Romano Impero moglie di Lotario II d’Italia, nuovamente lo ritroviamo in un documento del 1072 di Bernardo Marangone, nel quale si racconta del coraggio dei Portofinesi nel contrastare la flotta navale Pisana. Nel 1175 Portofino venne amministrato dal comune di Rapallo allora comune libero che ne comprò i diritti per 70 lire genovesi, per i consoli rapallesi, mentre a partire dal 1229 fu inserita nella Repubblica di Genova. L’alleanza politico-militare tra gli Adorno e i Fieschi con il duca di Milano Francesco Sforza divenne causa nel 1513 dell’assedio del borgo di Portofino liberato dal sopraggiungere dei Genovesi,. Successivamente (1547) vi fu la congiura dei Fieschi che vide l’ascesa di Andrea Doria.

Nel 1797 Napoleone Bonaparte la concesse nuovamente al Dipartimento del Golfo del Tigullio, con capoluogo Rapallo, e fu inserita nella Repubblica Ligure. Dal 28 aprile del 1798 con il nuovo emendamento francese, Portofino fu incluso nel III cantone, con capoluogo Santa Margherita, della Giurisdizione del Tigullio. Nel 1803 divenne centro principale del II cantone del Golfo del Tigullio nella Giurisdizione dell’Entella. Facente parte dal 13 giugno 1805 al 1814 del Primo Impero francese divenne parte del Dipartimento degli Appennini. Poi, nel 1815 divenne parte del Regno di Sardegna, per volere del congresso di Vienna del 1814, e in seguito nel Regno d’Italia dal 1861.

Portofino | Cosa vedere e come visitare Portofino

Cosa vedere e visitare a Portofino

Chiese e altri Luoghi di Culto

Questa meravigliosa perla del Mar Ligure oltre ad offrire numerosi gioielli naturalistici di grande pregio e fascino, grazie al suo parco ben curato e segnalato, permette di contemplare ampi e magnifici panorami. Il piccolo centro di Portofino che regala al visitatore anche piccole grandi perle di arte grazie ai vari monumenti sia civili che religiosi come la Chiesa di San Martino, dove troverete al suo interno, opere artistiche come pitture, affreschi e sculture. La Chiesa di San Giorgio, del XII secolo, posta fuori dal centro storico in una posizione più alta rispetto al borgo e ricostruita dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale. La visita di Portofino continua, passeggiando lungo le graziose vie del nucleo storico e possiamo incontrare l’Oratorio di Nostra Signora dell’Assunta, dove risiede la confraternita omonima.

Torri, Fortini e Castelli

Il patrimonio storico del borgo è costituito anche da architetture militari come il Castello Brown del XVI secolo e la Batteria di Punta Chiappa, un edificio di difesa della 202ª batteria costiera del Regio Esercito, realizzata verso la fine degli anni trenta.

Cosa fare a Portofino

Ma per gli amanti del mare e della natura, all’interno del territorio comunale viene conservato e tutelano un sito dal grande patrimonio naturale e geologico, ovvero il Parco Naturale Regionale omonimo e l’area marina protetta annessa. Tra i fondali di Camogli, Portofino e Santa Margherita Ligure si potranno ammirare formazioni coralline, vaste praterie di posidonia oceanica, grotte semi oscure, meravigliose specie di pesci, le gorgonie, poriferi e coralli rossi. Ma se non dovesse bastare, potrete deliziarvi anche con gli eventi organizzati in questa magica cittadina come la Festa patronale di San Giorgio che si svolge il 23 Aprile, oppure il Trail di Portofino, una gara di trail running che si svolge dentro il parco naturale con partenza da Santa Margherita Ligure. Si tratta di una gara sportiva con percorso di 23 km di salite e discese e un dislivello di 1250 metri.

Ma quello che rende Portofino un borgo da visitare e da gustare è la sua posizione incantevole. Incastonata in un’insenatura naturale e boscosa che si affaccia sul mare. Le sue case colorate formano un mosaico unico e riconoscibile. Magnifici anche i tramonti che rendono Portofino ancora più magica e suggestiva. Nonostante non vi siano monumenti spettacolari o di grande notorietà, permette al turista di immergersi in un’atmosfera unica e che difficilmente potrà dimenticare. Dunque se cercate un meraviglioso luogo dove rilassarvi, magari su una splendida spiaggia o un luogo dove visitare magnifiche chiese, oppure divertirvi a contatto con la natura, magari facendo dello sport, Portofino sembra essere il paese ideale per tutto ciò che voi desiderate.

Quando Andare a Portofino

Il clima è di tipo mediterraneo. La piovosità è relativamente bassa (670 mm annui), scarsa solo nel periodo estivo. Il mese più secco, luglio quello più piovoso ottobre. La temperatura media annuale è di 22,5 °C. Luglio è anche il mese più caldo dell’anno mentre gennaio ha una temperatura media di 6 °C.

Il periodo migliore per visitare Portofino è la primavera (aprile – maggio – giugno) e fine estate/inizio autunno (settembre). I mesi di luglio e agosto sono i migliori, specie per chi è amante del mare ma sono anche quelli più in cui il flusso turistico è davvero notevole.

Cosa visitare vicino Portofino

I più importanti luoghi da visitare nei dintorni di Portofino sono il già citato Parco Naturale Regionale di Portofino, il vicino paese di Santa Margherita Ligure (5,4 km) e lo splendido borgo di Camogli (14 km), situato dalla parte opposta del promontorio. Camogli offre notevoli spunti panoramici e paesaggistici di grande impatto visivo.
Nelle immediate vicinanze merita una visita anche il caratteristico Eremo o Romitorio di Sant’Antonio di Niasca risalente al XIII secolo. Sorge nel luogo da cui deve il suo nome e all’interno della valletta del Nasca, tra Paraggi e Portofino ed è raggiungibile solo per mezzo di un sentiero boschivo.

Infine, da vedere è la splendida Abbazia di San Fruttuoso, edificata tra il X e l’XI secolo in una insenatura del promontorio. E’ visitabile tramite imbarcazione con partenza dalle principali località balneari dei dintorni (Portofino, Camogli, Santa Margherita Ligure, ecc…) oppure seguendo sentieri nel bosco che in circa 90 minuti raggiungo questo affascinante luogo sacro.

Informazioni Turistiche

Regione: Liguria
Provincia: Genova
Altitudine: 5 m.s.l.m
Nome abitanti: portofinesi
Patrono: San Giorgio (giorno festivo Prima domenica di aprile) 
Sito istituzionale

Ristoranti, Trattorie e Pizzerie

Cucina Tipica e Prodotti Locali

Eventi a Portofino – Sagre, Feste Medievali e Fiere

Meteo Portofino

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Liguria
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Liguria
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Liguria
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Liguria