Sabbioneta
La città ideale del Rinascimento

Sabbioneta, considerata una delle più alte rappresentazioni di una città ideale, è stata inserita tra i siti Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO e tra i Borghi più Belli d’Italia. Scopriamo le sue ricchezze artistiche e architettoniche

Il borgo di Sabbioneta

Splendido gioiello architettonico della Lombardia, Sabbioneta si colloca con merito tra i Borghi più belli d’Italia. Grazie al suo intatto aspetto urbanistico e per essere considerata uno dei più mirabili esempi di città ideale del rinascimento, è stata dichiarata, insieme a Mantova, Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Inoltre le è stata attribuita la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano.

Origini e Storia

Sabbioneta è un esempio di città di fondazione, cioè fu creata appositamente e non ebbe origine spontaneamente. Fu grazie all’impegno di Vespasiano Gonzaga Colonna che Sabbioneta fu costruita a partire dal 1554 fino al 1591, anno della sua morte.

Non fu del tutto casuale la posizione del borgo, situato lungo l’antica via Vitelliana, nel cuore della Pianura Padana. Intorno al centro abitato è stata realizzata una cinta muraria che lo rese uno dei più potenti baluardi della Lombardia.

Sabbioneta (MN) | Cosa vedere nel borgo

Cosa vedere a Sabbioneta

Il Palazzo Ducale

Il piccolo borgo di Sabbioneta custodisce pregevoli edifici storici sacri, militari e civili. Tra quest’ultimi il Palazzo Ducale è quello più in vista, anche perché si affaccia sulla piazza centrale. Fu anche il primo edificio di una certa importanza che Vespasiano Gonzaga (1531-1591) fece realizzare.
Fu centro politico e amministrativo e, ovviamente, sede della nobile famiglia regnante e del Ducato. Il piano nobile è impreziosito dalle cosiddette “Sale d’Oro”, chiamate così per via del soffitto di legno a cassettoni dipinto d’oro. Tutto da ammirare l’interno del Palazzo, suddiviso da splendide sale: la Sala del Duca d’Alba, la Sala delle Aquile con le statue equestri lignee, la Galleria degli Antenati, la Sala degli Elefanti, la Sala dei Leoni, la Sala delle Città e dell’Angelo, con soffitto in cedro. Infine la Sala degli Ottagoni e dei Grappoli, dove era allestita la biblioteca di Vespasiano.

Il Teatro dell’Antica e la Galleria degli Antichi

Il patrimonio architettonico di Sabbioneta include il superbo Teatro all’Antica, edificato tra il 1588 e il 1590. La sua peculiarità è quella di essere stato il primo edificio dell’era moderna costruito appositamente per tale funzione. Di grande impatto scenico è l’interno del teatro, dove l’eleganza architettonica è espressa mirabilmente da una perfetta sintesi tra antico e moderno. A poca distanza, fa bella mostra la spettacolare Galleria degli Antichi o Corridor Grande. Fu realizzata per ospitare le collezioni di marmi antichi del duca Vespasiano Gonzaga.

Il Palazzo del Giardino

A fianco alla Galleria degli Antichi sorge il Palazzo del Giardino. Una pregevole riqualificazione eseguita tra il 1582 e i 1587, da parte di Bernardino Campi e collaboratori, diede maggior prestigio alla struttura. Gioiello artistico del Palazzo è il cosiddetto Camerino di Enea, lo studio privato di Vespasiano Gonzaga, realizzato ne 1585. Le pareti sono decorate da alcuni dipinti realizzati da Carlo Urbino, in cui sono raffigurate delle scene tratte dall’Eneide.

Chiesa della Beata Vergine Incoronata e la Sinagoga

A completare la visita di Sabbioneta si inserisce la magnifica Chiesa della Beata Vergine Incoronata, edificata tra il 1586 e il 1588. Facilmente individuabile grazie alla sua pianta ottagonale, è abbellita da decorazioni della scuola di Antonio Galli da Bibbiena, risalenti al 1770.

Infine, non può mancare la visita alla Sinagoga e allo storico quartiere ebraico. La sinagoga fu costruita, seguendo lo stile neoclassico, a partire dal 1821 e fu terminata nel 1824. si trova a pochi passi dall’angolo sud-est di Piazza Ducale, all’interno di un palazzo cinquecentesco (via Bernardino Campi). Molto sobria esteriormente, ha un ambiente interno realizzato in stile neoclassico, riccamente decorato da stucchi.

Quando visitare il borgo di Sabbioneta

La stagione migliore per visitare il borgo

Consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare il borgo.

Cosa visitare vicino a Sabbioneta

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Lombardia
Provincia: Mantova
Altitudine: 18 m.s.l.m
Nome abitanti: sabbionetani
Patrono: San Sebastiano (giorno festivo 20 gennaio)
Sito istituzionale

Redazione Borghi storici © Riproduzione vietata | Copyright

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Lombardia
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Lombardia
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Lombardia
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Lombardia
Follow by Email
WhatsApp