Volterra
Cosa vedere nel borgo in un giorno

Volterra è uno dei borghi più belli della Toscana. E’ rinomato per conservare tra le sue mura medievali un notevole patrimonio storico.

Volterra e il fascino del paesaggio toscano  

Volterra si trova su una boscosa collina argillosa, a 531 metri di altezza, che separa le valli dei fiumi Cecina ed Era, nel cuore verde della Toscana. Il paesaggio si caratterizza per la presenza delle balze, enormi strapiombi che si sono formati in seguito alle numerose frane, tanto inquietanti quanto spettacolari.

Origine e Storia

Il colle su cui sorge Volterra era abitato già nel Neolitico. Ma è nel IV secolo a.C. che gli Etruschi fondarono Velathri, una delle più potenti lucumonie, con la sua cinta muraria lunga 7 km. Nel 90 a.C. divenne municipio romano con il nome latino di Volaterrae.

Dopo il dominio degli Eruli, dei Goti, dei Bizantini, dei Longobardi, tra il IX e X secolo, s’instaurò il potere temporale dei vescovi che iniziò a decadere quando Volterra si organizzò in libero comune. Nel XIII secolo, vennero costruiti il Palazzo dei Priori e le mura medievali che racchiudevano i quattro borghi di Sant’Alessandro, San Lazzero, Santo Stefano e San Giusto e che ancora circondano l’intero abitato.

Con il passaggio a signoria a governare fu la famiglia Belforti, fino a quando Volterra fu sottomessa da Firenze e il potere passò ai de’ Medici, con Lorenzo il Magnifico fece costruire il Mastio, la fortezza medicea.

Della storia di Volterra fa parte anche la lavorazione dell’alabastro, un’antica tradizione, portata avanti sin dai tempi degli Etruschi, le cui testimonianze sono oggi esposte nell’Ecomuseo dell’Alabastro.

Volterra | Cosa vedere e visitare a Volterra

Cosa vedere a Volterra

I Luoghi di Culto

Volterra è un borgo ricco di luoghi di culto. Tra i tanti ci sono la Chiesa di San Lino con il suo soffitto a volte interamente affrescato, la Chiesa di San Francesco con la Cappella della Croce di Giorno e la Chiesa di San Giusto con l’orologio solare detto Gnomone.

Il più importante è la Cattedrale di Santa Maria Assunta, in Piazza San Giovanni, edificata nel 1120. Ha una pianta a croce latina a tre navate e un soffitto in legno su cui sono rappresentati la colomba, simbolo dello Spirito Santo, circondata dai santi volterrani. Tra le opere d’arte presenti, vi segnaliamo due gruppi scultorei, la Deposizione in legno policromo e l’Adorazione dei Magi in terracotta.

Di fronte si trova il Battistero di San Giovanni, a pianta ottagonale, edificato nella seconda metà del Duecento.

Cosa vedere a Volterra: I Palazzi Storici

Palazzo dei Priori e Palazzo Incontri

Cuore di Volterra è Piazza dei Priori su cui si affacciano alcuni dei più importanti palazzi rinascimentali: Palazzo Pretorio, con la Torre del Porcellino, Palazzo Incontri, Palazzo del Monte Pio e il Palazzo Vescovile. Il più famoso è il Palazzo dei Priori costruito nel 1246, il più antico della Toscana, oggi simbolo e sede del comune. Da ammirare gli affreschi nella Sala del Consiglio.

Nel cuore di Volterra, Lungo via dei Sarti, sorge il bellissimo Palazzo Incontri, costruito verso la fine del XVI secolo su iniziativa della famiglia Incontri. La nobile famiglia dei Viti lo acquisì nel 1850. Il pian terreno e il giardino retrostante il palazzo sono occupati dal Teatro Persio Flacco inaugurato nel 1828

Volterra | Cosa vedere e visitare a Volterra

Cosa vedere a Volterra: Castelli e Rocche

La Fortezza Medicea

Nella parte alta del borgo sorge la possente Fortezza Medicea, oggi carcere di massima sicurezza, formata dalla Rocca Antica, con la torre semielittica, e dalla Rocca Nuova, con il Mastio, fatta costruire da Lorenzo de’ Medici. Dal cammino di ronda, che sovrasta la cinta muraria che le unisce, si può godere di un bellissimo panorama di tutta la valle.

Cosa vedere a Volterra: Musei, Teatri e le Mura Medievali

I Musei

A Volterra ci sono tre musei. Il Museo Etrusco Guarnacci, presso Palazzo Desideri Tangassi, in cui tra i tanti reperti è conservata, oltre al coperchio in terracotta dell’Urna degli Sposi, l’Ombra della sera, una misteriosa statua in bronzo raffigurante la figura allungata di un uomo nudo. Il Museo di Arte Sacra nel Palazzo Vescovile e la Pinacoteca Civica, con sede nel Palazzo Minucci-Solaini, in cui sono esposte opere pittoriche e sculture di altissimo pregio tra cui la famosa Deposizione dalla Croce del Rosso Fiorentino.

Cinta Muraria e il Teatro

A testimonianza dell’origine etrusca di Volterra possiamo oggi osservare i resti dell’antica cinta muraria, con la Porta dell’Arco e Porta Diana (Portone) e le rovine dell’acropoli (VI secolo) nel Parco Archeologico Enrico Fiumi. Invece risale all’epoca romana il teatro del I secolo scoperto in località Vallebuona.

Quando Visitare Volterra

La stagione migliore per visitare il borgo

Cosa visitare vicino a Volterra

Cosa vedere nei dintorni

Nelle immediate vicinanze non si trovano luoghi o borghi di particolare interesse tranne Pomarance posto a circa 22 km da Volterra. Occorre spingerci verso l’entroterra toscano per raggiungere Colle Val d’Elsa (28 km) o San Gimignano (29,3 km), due dei borghi più noti della regione.

Informazioni Turistiche

Regione: Toscana
Provincia: Pisa
Altitudine: 531 m.s.l.m
Nome abitanti: volterrani
Patrono: San Giusto e San Clemente (giorno festivo 5 giugno)
Sito istituzionale

Redazione Borghi Storici © Riproduzione vietata | Copyright

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Toscana
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Toscana
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Toscana
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Toscana
Follow by Email
WhatsApp