Este
Borgo sospeso tra Medioevo e Rinascimento

Un giorno nella splendida Este, dove ville rinascimentali, giardini, castelli medievali e chiese formano un quadro artistico d’altri tempi.

Il borgo di Este

La cittadina di Este rappresenta un vero scrigno di arte. Grazie alla presenza dell’omonima casata che governò queste terre nel corso del medioevo e del rinascimento, la condusse verso uno dei periodi più fulgidi della sua storia.
Este si trova alle pendici meridionali dei Colli Euganei, tra Monselice e Montagnana. Lo splendido centro rinascimentale offre uno spaccato architettonico dell’epoca di rara suggestione e di notevole valenza storica.

Cosa vedere a Este

Il Duomo di Santa Tecla

Uno dei più insigni edifici storici è il Duomo di Santa Tecla, posto sull’omonima piazza. Fu edificato da Antonio Gaspari in seguito alla distruzione di una precedente chiesa paleocristiana, causato dal terremoto del 1688. La facciata non fu mai completata mentre il campanile fu terminato nel 1740. Visitando l’interno del Duomo si possono ammirare le decorazioni e le opere d’arte presenti come la magnifica Pala di Giambattista Tiepolo che raffigura “Santa Tecla che intercede presso il Padre Eterno per la liberazione della città dalla peste del 1630”, realizzata nel 1759, e visibile nell’abside concava. Da vedere sono la pala d’altare dello Zanchi e l’altare-scultura del Sacramento del Corradini.

Este (PD) | Cosa vedere nel borgo veneto

La Basilica di Santa Maria delle Grazie, Chiesa di San Martino e Chiesa della Beata Vergine della Salute

Di pregevole fattura è la Basilica di Santa Maria delle Grazie, edificata per volontà di Taddeo d’Este. Nel 1717 fu costruito un secondo edificio religioso sopra uno preesistente del ‘400, con una pianta a croce latina.
Affascinante è la più antica chiesa di Este, quella di San Martino, costruita nell’XI secolo. La sua struttura architettonica, semplice ma elegante, fu influenzata da una ricostruzione trecentesca e da una ristrutturazione del ‘600.
La nostra visita prosegue scoprendo la Chiesa della Beata Vergine della Salute, costruita a partire dal 1639, poi ripresa nel 1640. L’edificio, a pianta ottagonale, presenta una grande ricchezza di decorazioni pittoriche.

Il Castello Carrarese, il Palazzo Comunale, le mura e le porte medievali

Durante la visita, immersi nello scenario rinascimentale di Este, il nostro sguardo verrà catturato dalla mole del Castello Carrarese, monumento di grande interesse per il turista e simbolo della cittadina. Fu costruito verso il 1339 sui resti di quello estense. Edificato sopra un colle dove spiccano un mastio e le mura. Il castello è stato adibito a giardino pubblico.

Il Palazzo Comunale che si affaccia sulla piazza Maggiore, è un elegante edificio risalente al XVII secolo. Di fattura settecentesca è la balconata sopra il portico. Altre affascinati vestigia del grandioso passato di Este sono costituite dalla Torre Civica della Porta Vecchia, realizzata verso la fine del XVII secolo. Sorge sul luogo dove era presente un’altra porta mentre la Rocca di Ponte di Torre è ciò che rimane dei fortilizi difensivi del borgo antico di Este.

Villa Mocenigo

Il complesso delle ville storiche di epoca rinascimentale, costituisce un altro prezioso tesoro di Este, e la Villa Mocenigo ne è uno dei più mirabili esempi. Fu realizzata intorno al 1570 ma subì un disastroso incendio nel ‘700. L’edificio ospita il Museo Nazionale Atestino il cui percorso di visita è strutturato in varie sezioni tematiche e va dalla protostoria, passando per la sezione romana e medievale fino ad arrivare a quella moderna.
Palazzo del Principe o Villa Contarini, costruito dall’omonima famiglia, sovrasta la città di Este dalla cima del colle.

Villa Contarini degli Scrigni o Vigna Contarena

La Villa Contarini degli Scrigni detta anche Vigna Contarena è uno dei più spettacolari esempi di architettura rinascimentale della zona. Circondata da alberi secolari, il nome “Vigna Contarena” pare sia dovuto al fatto che, in origine, la villa era dotata di un parco ricco di alberi da frutta e viti. La villa è di notevole interesse storico. Nella villa troviamo opere dello Scamozzi, Pietro Ricchi, Sebastiano Ricci che dipinse la sala delle Feste, e Battista Franco detto il “Semolei” la cui opera è presente nella sala dei Fauni. Dal 1964 la Vigna Contarena è sottoposta a regime di vincolo dalla Soprintendenza alle Belle Arti, poiché costruzione di particolare pregio storico e artistico. All’interno della villa si trova uno degli angoli più affascinanti chiamato “Orto segreto” realizzato per volontà di Marco Contarini nel ‘700. La sua particolarità è data dalla perfetta unione tra giardino all’italiana e giardino persiano.

Per concludere l’itinerario di vista di questa magnifica cittadina veneta non possiamo che segnalare la cosiddetta Barchessa di Vigna Contarena un edificio sito all’interno del parco omonimo. La Barchessa si presenta con un elegante stile neoclassico e si trova nella parte sud-orientale dell’edificio principale.

Quando andare a Este

La stagione migliore per visitare il borgo

Idee e consigli utili su come scegliere il periodo migliore per visitare Este.

Cosa visitare vicino a Este

Cosa vedere nei dintorni

In viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da vedere nei dintorni.

Informazioni Turistiche

Regione: Veneto
Provincia: Padova
Altitudine: 15 m.s.l.m
Nome abitanti: estensi
Patrono: Santa Tecla (giorno festivo 23 settembre)
Sito istituzionale

Portale Turistico di Este
Este da Vivere
Comune di Este
Piazza Maggiore, 6
35042 Este (PD)
Tel. +39 0429.61.75.11
Sito Web: www.estedavivere.it

Redazione Borghi Storici © Riproduzione vietata | Copyright

Potrebbe interessarti anche:

I borghi del Veneto
I borghi più belli in Italia
Scopri gli eventi in Veneto
Cucina tradizionale e prodotti tipici del Veneto
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Veneto
Follow by Email
WhatsApp