Vico del Gargano
Uno dei borghi più Belli della Puglia

Vico nel Gargano, inserito nel club dei borghi più belli d’Italia, si trova a pochi km dalla Foresta Umbra e in una posizione invidiabile all’interno del Parco Nazionale del Gargano. Scopri i suoi monumenti più belli. 

Il borgo di Vico del Gargano

Vico del Gargano è un borgo collinare posto nella parte settentrionale del promontorio del Gargano a circa 10 km da Rodi Garganico. Tutta l’area comunale fa parte del Parco Nazionale del Gargano ed è stato inserito nel club dei borghi più belli d’Italia. È adagiato compatto su una collina a 445 m.s.l.m. a soli 8,5 km dal mare dove si trova San Menaio, nota località balneare della zona.

Origine e Storia

Per tradizione le origini di Vico del Gargano si fanno risalire al 970 quando i conquistatori slavi, provenienti dall’Adriatico, invasero il territorio del Gargano e Schiavone Sueripolo fondò il primo nucleo di Vico. Ufficialmente si parla di un “Castrum Vici” solo nel 1113 quando i Normanni conquistarono queste terre. Il patrimonio artistico e architettonico di Vico del Gargano è costituito da alcuni monumenti di sicuro interesse come le chiese, palazzi storici e le strutture difensive come la cinta muraria e il castello Normanno-Svevo-Angioino.

Vico del Gargano | Cosa vedere a Vico del Gargano

Cosa vedere a Vico del Gargano

Le Chiese

La visita a Vico del Gargano potrà iniziare entrando nella Chiesa del Carmine. Un tempo chiamata Madonna delle Grazie, fu fondata nel 1603 da don Troiano Spinelli, Principe dell’Oliveto. Nel corso dei secoli subì vari interventi di restauro che ne modificarono l’aspetto originario. La Chiesa Matrice “della Beatissima Vergine Assunta”, è la più antica di Vico del Gargano e fu fondata vicino al castello. L‘interno della chiesa è a tre navate e sono presenti ben 11 altari.
Passeggiando tra le bianche case del borgo scopriremo la Chiesa della Misericordia il cui interno custodisce un organo nel 1861. Lavori di restauro eseguiti nel 1902 ampliarono la facciata, abbellita da un timpano triangolare che fa da corona. Da vedere è la Chiesa di San Giuseppe impreziosita da una pregevole scultura in legno del “Cristo Morto”.  Inoltre si fa notare  per una piccola navata laterale che sembra aggrapparsi a quella centrale mediante archetti.

Il panorama degli edifici religiosi presenti a Vico del Gargano si amplia con la Chiesa di San Marco che si trova fuori le mura cittadine. Venne costruita nel XIV secolo. La data si evince osservando i superbi affreschi, portati alla luce di recente, la struttura architettonica e la data (1365) posta sulla campana custodita nella sacrestia.
Tra i luoghi di culto del paese troviamo la Chiesa di Santa Maria Pura, piccolo edificio situato poco fuori le mura, sotto l’antica Civita. In stile sei-settecentesco custodisce pregevoli decorazioni e alcune statue realizzate in pietra locale. Infine possiamo segnalare la chiesetta di Santa Maria degli Angeli anch’essa situata poco fuori il borgo di Vico del Gargano.  Edificata nel 1556, custodisce varie statue lignee e un celebre crocifisso opera di un intagliatore veneziano del XVII secolo. Infine non passa inosservata la maestosa quercia che giganteggia sul sagrato della Chiesa.

Cosa vedere a Vico del Gargano

Il Castello Normanno

Passeggiando tra le vie del borgo ci imbatteremo in uno dei monumenti più rappresentativi di Vico del Gargano ovvero il Castello Normanno posto nel cuore del centro storico. Nel corso dei secoli la costruzione del castello ha avuto influenze stilistiche causate dalle varie dominazioni come i Normanni e gli Aragonesi. A testimonianza di quest’ultima dominazione spicca il bastione circolare, chiamato anche Torre maestra. In origine la fortezza aveva scopi difensivi ma durante il periodo svevo assunse anche la funzione di dimora signorile dove si intrattenevano dame e cortigiane, forse persino l’imperatore Federico II. Oggi rimane saldamente uno dei simboli del borgo e gli eventi che segnarono la sua storia non furono mai riportati su documenti ufficiali.

Cosa vedere a Vico del Gargano

Il Palazzo della Bella

Elegante nella sua semplicità è il Palazzo della Bella fatto costruire nel XX secolo da Ignazio della Bella. Il palazzo è articolato da un unico corpo e una magnifica torre ornata da bifore sui lati e da merlature guelfe. L’edificio si rifarà allo stile neogotico e si ispirava al modello trecentesco di Palazzo Vecchio. Altre testimonianze della storia di Vico del Gargano è la cinta muraria eretta per difesa contro le invasioni e la Torre dei Preposti a San Menaio che si affaccia sul mare.

Quando visitare il borgo di Vico del Gargano

La stagione migliore per visitare il borgo

Il clima è caldo, con inverni miti, ed estati calde ma non afose. La piovosità è bassa e sfiora i 540 mm annui. La temperatura media annuale è di 13,8 °C. Agosto è il mese più caldo dell’anno con una temperatura media di 22,6 °C mentre gennaio ha una temperatura media di 6,2 °C.

Il periodo migliore per visitare Vico del Gargano è la primavera (aprile – maggio – giugno) e fine estate/inizio autunno (settembre). L’estate è un buon momento per scoprire le bellezze del borgo, in particolare per chi ama il mare. L’autunno è ottimo (fine ottobre e novembre) per poter ammirare i magnifici colori della Foresta Umbra.

Cosa visitare vicino a Vico del Gargano

Cosa vedere nei dintorni

Vico del Gargano si trova all’interno del Parco Nazionale del Gargano, una delle aree protette più importanti ed estese del meridione. Grande è la sua valenza ambientale in particolare per la Foresta Umbra e i due laghi costieri di Lesina e Varano. Da vedere sono anche gli splendidi borghi di Rodi garganico (9,7 km) e Peschici (11 km).

Informazioni Turistiche

Regione: Puglia
Provincia: Foggia
Altitudine: 445 m.s.l.m
Nome abitanti: vichesi
Patrono: San Valentino (giorno festivo 14 febbraio)
Sito istituzionale

Redazione Borghi Storici © Riproduzione vietata | Copyright

Potrebbe interessarti anche:

Visita i borghi della Puglia
Scopri i borghi in Italia
Vedi gli eventi in Puglia
Cucina tradizionale e prodotti tipici della Puglia
Hotel, B&B, Appartamenti, Case Vacanze, Agriturismi in Puglia
Follow by Email
WhatsApp